Serata no per l’Assitec che perde per infortunio anche il capitano Silvia Lotti

Serata no per l’Assitec che perde per infortunio anche il capitano Silvia Lotti

Una serata non di certo fortunata quella di ieri al Palacosta di Ravenna per Assitec Volleyball. Eppure la squadra cara al Presidente Silvia Parente aveva iniziato con il piglio giusto il primo set, fino a quando il centrale dell’Olimpia Teodora, Colzi, è letteralmente atterrato nel campo avversario, perdendo l’equilibrio in un primo tempo dietro, crollando sulla caviglia del capitano giallo blu, Silvia Lotti. Le ospiti erano in vantaggio 4-6, ma da quel momento in poi per l’Assitec è cominciata un’altra partita. L’uscita dal campo della schiacciatrice toscana ha stravolto i piani di coach Emiliano Giandomenico, che in piena emergenza è stato costretto a schierare sul campo tre centrali. La squadra ha fatto quello che ha potuto, lottato, ma il primo parziale è andato all’Olimpia Teodora che ha sfruttato al meglio le difficoltà di formazione di Sant’Elia. Fricano e compagne hanno così chiuso 25-20.

Anche nel secondo set L’Assitec ha dovuto subire il gioco dell’Olimpia Teodora, Giandomenico le ha provate davvero tutte: sostituisce la palleggiatrice Saccani con Nenni, ma con quelle condizioni di formazione Ravenna non è un avversario alla portata. Il secondo parziale è eloquente 25-14 per le padrone di casa. Stessa musica nel terzo set, Sant’Elia riesce a tenere nelle prime battute, ma poi subisce ancora i ripetuti attacchi dell’Olimpia Teodora, ormai in grande fiducia ed è costretta a cedere 25-15. Ravenna supera dunque per 3-0 una sfortunata Sant’Elia.

“Avevamo iniziato molto bene la gara – ha detto coach Emiliano Giandomenico – sia dal punto di vista della concentrazione che di gioco. Purtroppo l’infortunio di Silvia Lotti ha scombinato i nostri piani. Siamo andati in sofferenza anche perché non avevamo molti cambi a disposizione. Il sestetto era obbligato e le ragazze si sono comportate, in una situazione di estrema emergenza, discretamente; lottando su tutti i palloni. L’atteggiamento non è di certo mancato. Ora cercheremo di riprenderci e preparaci al meglio per la trasferta di Olbia. Sperando di recuperare le infortunate».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.