L’Assitec Volleyball finalmente torna a “casa”

L’Assitec Volleyball finalmente torna a “casa”

L’Assitec Volleyball torna finalmente a casa. La sfida di domenica 21 novembre con la Green Volley Sassuolo, valida per la 9 Giornata del Campionato Nazionale di Pallavolo Femminile Serie A2 – Girone A, avrà luogo, infatti, al Palazzetto dello Sport “Giulio Iaquaniello” di Sant’ Elia Fiumerapido (Fr), con inizio gara alle ore 17. Un altro grandissimo risultato per la società frusinate che ha voluto fortemente la ristrutturazione e l’omologazione del campo da gioco che da sempre è stato il palcoscenico delle imprese targate Assitec, dalle categorie minori fino all’approdo nella Lega Volley Femminile Serie A.

Un nuovo esordio, dunque, per le ragazze di coach Emiliano Giandomenico, dopo quello avvenuto nel “domicilio” al Palacoccia di Veroli tanto atteso dai tifosi locali.

«Quando ho incontrato per la prima volta le atlete e lo staff tecnico – ha spiegato la presidente dell’Assitec Volleyball, Silvia Parente –  ho parlato di un campionato all’insegna della sfida. Sfida che si è rivelata ancora più complicata perché l’esordio in casa in A2 significava ristrutturare e adeguare il Palazzetto dello Sport in cui abbiamo disputato la B1. Abbiamo dovuto lavorare molto per rendere il sito coerente alle specifiche tecniche richieste dalle Lega, il tutto a spese della società. I lavori dovevano essere conclusi entro il 30 settembre, ma così non è stato. La struttura ci è stata consegnata il 18 novembre e proprio in questa data c’è stata l’omologa da parte della Lega. Le atlete e lo staff tecnico fino a quel momento hanno dovuto girovagare per ben 7 impianti in questi mesi, compreso il Palacoccia di Veroli in cui si svolgevano le gare casalinghe che dista un’ora di macchina da Sant’Elia. Finalmente torniamo a casa e non posso non rivolgere un ringraziamento sentito sia alle ragazze che all’allenatore, a tutto lo staff tecnico ed ai dirigenti per aver gestito in questo periodo situazioni di assoluta emergenza dal punto di vista logistico».

«L’esordio in serie A  – ha concluso Silvia Parente – ci ha permesso di confrontarci con realtà pallavolistiche di livello e che hanno storie e tradizioni sportive che vanno avanti da diversi anni. Dal canto nostro, grazie anche a questa nuova struttura, siamo sicuri di poter seminare qualcosa anche per il futuro e dare una prospettiva in più ai giovani e alle giovani del territorio che vorranno avvicinarsi a questo sport».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.